Cronaca Palermo

Due arresti per intestazione fittizia e impiego di denaro di provenienza illecita

Nelle prime ore della mattina, a Palermo, i Carabinieri del Reparto Operativo-Nucleo Investigativo hanno eseguito una misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Palermo, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti dei seguenti 2 indagati ritenuti responsabili dei reati di intestazione fittizia in concorso e impiego di denaro di provenienza illecita (artt. 110 c.p. e 12 quinquies D.L. 306/1992, art. 648 ter c.p.): – LESTO Michelangelo Maurizio, classe 1963; – OLIVERI Riccardo, classe 1975. LESTO Michelangelo Maurizio, già condannato per il reato di scambio elettorale politico mafioso a seguito delle indagini denominate Argo, nel 2016 era stato sottoposto a provvedimento di confisca del proprio patrimonio, consistente in attività imprenditoriali operanti nel campo dell’intrattenimento notturno (che si occupavano della gestione dei locali “Dancing Club” e “Villa Giuditta” in Palermo, nonché di “Villa Cavarretta” in Bagheria), del valore di circa 800 mila euro.

 

Le indagini, da cui scaturisce il provvedimento odierno, hanno consentito di accertare che, nello stesso anno in cui aveva subito la confisca dei propri beni, il LESTO:

–     intestava fittiziamente al citato OLIVERI l’intero capitale sociale e l’intera amministrazione della Nerone Group srls, società che si occupava della gestione di eventi e dell’organizzazione di serate di musica e ballo;

–     reimpiegava nelle attività imprenditoriali della stessa Nerone Group srls una somma di denaro di provenienza delittuosa, pari a circa 40 mila euro, in modo concretamente idoneo ad ostacolarne il riconoscimento.






Himerah24.it:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *