Palermo Politica Sicilia

Vuoi essere assessore regionale per un giorno? Candidature aperte fino al primo marzo

È stato prorogato a venerdì 1 marzo, ore 12.00, il termine per la presentazione delle domande di partecipazione all’iniziativa “Assessore per un giorno”, rivolta agli alunni iscritti al terzo anno della scuola media e al primo biennio degli istituti superiori.
Ideato e promosso dall’Assessorato all’Istruzione e alla Formazione professionale, con il supporto organizzativo del Parlamento della legalità, il progetto mira a promuovere la conoscenza del patrimonio identitario e autonomistico della Sicilia, nonché a favorire la cultura della cittadinanza attiva e della legalità.

I ragazzi vincitori potranno vivere l’esperienza di “Assessore” per un’intera giornata, quindi condividere la quotidianità degli uffici assessoriali, conoscere l’attività amministrativa, visitare Palazzo d’Orléans, sede della Presidenza della Regione Siciliana ed assistere ai lavori d’Aula dell’ARS.
Per partecipare gli studenti dovranno presentare alla scuola di appartenenza un progetto o un’idea innovativa sul tema dell’identità siciliana, sui valori della legalità o su un nuovo modello di cittadinanza attiva. Ciascun istituto potrà quindi selezionare e candidare un solo alunno, il cui elaborato, presentato anche in forma multimediale, sarà valutato da una Commissione regionale che decreterà, in relazione al numero di proposte pervenute, uno o due vincitori per ogni provincia ed almeno uno fra gli alunni delle scuole delle Isole minori.

“Sarò molto felice di riceverli, dialogare con loro e guidarli alla scoperta delle attività degli uffici regionali – dichiara l’assessore Roberto Lagalla – sicuro che questo potrà contribuire ad alimentare il loro percorso di crescita formativa. Durante il mio primo anno nel ruolo di assessore, ho visitato tante scuole siciliane e ho incontrato numerosi studenti, percependo chiaramente in molti di loro la voglia di essere protagonisti e di partecipare attivamente alla vita pubblica della nostra Regione. Quindi, ritenendo di rispondere positivamente ad una loro aspirazione, reputo che una simile iniziativa possa essere accolta con favore”.





288 Visite totali, 6 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *