Appuntamenti Carnevale Eventi Scuola e Studenti Sicilia Termini Imerese

“Carnevale Termitano Accessibile” scuole in piazza, ci sono anche i “ragazzi speciali”

Nell’ambiti del programma del Carnevale termitano 2019, si è svolta lo scorso giovedì mattina la sfilata degli studenti delle scuole elementari, medie e superiori, con la partecipazione dei giovani specialiper le vie del centro storico di Termini bassa.

 

Un “Carnevale accessibile”, aperto a tutti e con il pieno coinvolgimento dei ragazzi “speciali”, è stato, quest’anno, fortemente voluto dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Francesco Giunta, che, per tale iniziativa, è stato coadiuvato dall’assessore alla Scuola, Rosa Lo Bianco, e dall’Associazione “Proloco” di Termini Imerese, guidata dal presidente Dario Turturici.

 

Colori, maschere e travestimenti del carnevale creano, infatti, le condizioni ideali per divertirsi tutti insieme.

 

Anche quest’anno main sponsor del Carnevale termitano è Enel Produzione. Alla sfilata, in rappresentanza dell’azienda elettrica era presente Emanuele Silvestri  di Affari Istituzionali Sicilia e  l’Ing. Giuseppe Fumarola,  che ha dichiarato: “L’entusiasmo degli organizzatori nel vedere i volti sorridenti dei ragazzi salta subito all’occhio. Basta poco per portare avanti progetti semplici e veri di inclusione e attenzione all’altro. Un grazie va all’amministrazione per averci coinvolto in questa esperienza di spensieratezza e gioia”.

 

A margine della manifestazione, il sindaco Giunta e l’assessore Lo Bianco hanno tenuto a ringraziare Enel “per l’attenzione verso il territorio, per aver sostenuto questa iniziativa, in virtù della quale si è dimostrato disponibile a nuove collaborazioni con l’amministrazione comunale per la realizzazione di eventi e progetti, a sfondo sociale. Un ringraziamento particolare va agli istituti scolastici – aggiungono sindaco e assessore –  perché grazie all’impegno dei dirigenti scolastici, dei docenti e degli studenti questa edizione del “Carnevale Accessibile” non è vista sono come divertimento, ma come percorso di crescita culturale e sociale”.

 

 





Himerah24.it:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *