Caccamo Culto e Chiese Cultura Mondo

Importante riconoscimento a Valencia per il frate caccamese Giovanni Calcara


Importante riconoscimento per il domenicano caccamese, padre Giovanni per i suoi studi sulla spiritualità, iconografia e agiografia domenicana, con l’invito a tenere una comunicazione speciale sull’iconografia vincenziana in Sicilia, a Valencia al Congresso internazionale “San Vincenzo Ferrer: messaggero del Vangelo. Ieri e oggi in occasione del VI centenario della morte del grande “apostolo dell’Europa”.

 

Al Simposio storico, padre Giovanni, unico domenicano italiano invitato, che si è svolto a Valencia dal 4 al 6 marzo u.s., erano presenti studiosi provenienti da tutto il mondo in rappresentanza di importati università cattoliche e statali, ben 200 gli iscritti.

Nella sua relazione ha trattato sui motivi storici della diffusione del culto a San Vincenzo in Sicilia (fondazione convento di Castell’Umberto e delle città di Calamonaci e Casteltermini) come della grande opera di apostolato dei Domenicani (ben 632 nel 1613, presenti in 63 comunità) che hanno reso la nostra Isola, dopo Valencia sua città natale, il luogo di maggior diffusione e devozione al grande Taumaturgo, ancora presente in tanti centri. Ha poi passato in rassegna ben 180 immagini che hanno tanto attirato ed entusiasmato i presenti, dalle opere di importanti artisti come Giacomo Gagini (Marsala), Vincenzo degli Azani (Palermo), Antonello Bonavides (Castelvetrano), Guglielmo Borremans(Nicosia), Antonino Manno (Palermo), Filippo Quattrocchi (Gangi e Milazzo), Girolamo Bagnasco (Mussomeli) come degli anonimi autori di decine e decine di tele, simulacri, opere varie sparse in piccole e grandi città. Dalle cattedrali (Siracusa, Lipari), alle chiese domenicane monumentali (Palermo, Agrigento, Noto, Scicli, Caltanissetta, Erice, Cammarata, Caccamo ecc.) o alle chiese parrocchiali (Palagonia, Acicatena, Linguaglossa, Trabia, Alia, Biancavilla ecc.). Sono state anche documentati le solenni celebrazioni che ogni anno si svolgono a Calamonaci, Castell’Umberto, Casteltermini, Maletto, Mussomeli, Polizzi Generosa, Castelbuono.

 

Naturalmente non poteva mancare la foto del simulacro venerato a Caccamo nella Chiesa di S. Maria degli Angeli (San Domenico) e il racconto del miracolo dell’apparizione della Vergine Maria a suor Anna Enriquez De Cabrera del 29 novembre 1614 nel monastero di San Benedetto, insieme a San Luigi Gonzaga e San Vincenzo Ferreri per guarirla da una malattia alla bocca. L’opera che ritrae l’episodio è oggi venerata presso la parrocchia della SS. Annunziata e viene portata in processione ogni anno, nella ricorrenza del miracolo.

Mentre ci rallegriamo con padre Calcara, gli auguriamo altri successi nella sua opera di sacerdote e di studioso.






649 Visite totali, 5 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *