Cronaca Politica Termini Imerese

Tassa rifiuti: la Giunta propone la riduzione, il consiglio comunale non consente la trattazione

Uno degli ultimi atti proposti dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Giunta consisteva nella proposta di delibera di approvazione del nuovo piano tariffario della Tari che prevedeva un risparmio, rispetto allo scorso anno, con l’abbassamento della tassa sui rifiuti. A riguardo, il presidente del consiglio comunale, considerato che la delibera, per regolamento, doveva essere approvata entro il 31 marzo 2019, previa riunione dei capi gruppo ha stabilito, di porre all’ordine del giorno, quale pregiudiziale, la richiesta di autorizzazione da parte dei consiglieri comunali affinchè si potesse trattare il punto secondo i criteri dell’urgenza, in deroga ai tempi regolamentari ordinari.

La votazione, favorevole da parte dei consiglieri comunali, che doveva essere trattato quale primo punto all’ordine del giorno, avrebbe consentito quindi la trattazione del punto riguardante la Tari e la conseguente riduzione in favore di famiglie e imprese.

In maniera del tutto imprevista, i consiglieri comunali di minoranza Salvatore Di Lisi, Claudio Merlino, Enzo Taravella e Maria Terranova, hanno espresso il loro voto contrario ai quali si sono aggiunte le inaspettate astenzioni delle consigliere  Anna Maria Chiara e Marcella Rodriguez, con la conseguenza di avere impedito lo svolgimento del consiglio comunale e l’approvazione della delibera che avrebbe consentito il risparmio sulla tassa dei rifiuti. Hanno votato, invece a favore i consiglieri Amoroso, Fullone, Di Blasi, Speciale, Bellavia e Minasola.

La città è rimasta sorpresa come, al di là delle legittime posizioni politiche di ognuno, alcuni consiglieri possano avere impedito alle famiglie e alla imprese termitane di poter beneficiare di un risparmio, seppur minimo, sulla tassa rifiuti che da anni non veniva ridotta a causa delle note problematiche relative alla gestione dei rifiuti in Sicilia. In sostanza, sembravano intravedersi i primi benefici della raccolta differenziata avviata lo scorso mese di luglio, ma per motivazioni davvero incomprensibili ai più, ciò non è potuto accadere.

Per leggere il commento del presidente del consiglio comunale clicca qui

 






Himerah24.it:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *