Culto e Chiese Termini Imerese

Quarta domenica di Quaresima: la parabola del figliol prodigo

Oggi il Vangelo propone la parabola del figliol prodigo. Il Signore Dio è buono e paziente. Egli invia il Figlio suo non per coloro che si credono giusti, ma per coloro che si riconoscono peccatori. Il nostro ritorno sarà per lui una festa.

“Presto, portate qui il vestito più bello e fateglielo indossare, mettetegli l’anello al dito e i sandali ai piedi. Prendete il vitello grasso, ammazzatelo, mangiamo e facciamo festa, perché questo mio figlio era morto ed è tornato in vita, era perduto ed è stato ritrovato”. E cominciarono a far festa.*

La quarta domenica di Quaresima è la domenica _laetare_, la domenica della gioia, la domenica della festa, e di festa si parla nel Vangelo. C’è festa per un figlio che ritorna a casa, per un figlio che sceglie di vivere, perché il peccato è scegliere di morire.

Che aspetti a ritornare a Dio, a ritornare a confessarti, a ritornare ad amare, a perdonare? Così si entra nella festa, così si entra nella vita.

BUONA DOMENICA





292 Visite totali, 8 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *