Comuni Palermo e Provincia Cronaca

Precari Asp 6 Palermo: oggi pomeriggio incontro con le sigle sindacali

Oggi pomeriggio, presso l’Asp 6 di Palermo in via G. Cusmano, 24 le sigle sindacali sono state convocate per discutere del processo di stabilizzazione di  647 precari.

Una storia lunga 23 anni

L’annosa questione ha radici lontane, quando, nell’ormai lontano 1996 i primi precari, gli “ex-articolisti”, fecero il loro ingresso presso l’allora Asl 6 di Palermo, ad essi si sono successivamente altri lavoratori, così abbiamo gli LSU del 1999, 2001 e del 2003.

La galassia di queste categorie è variegata, le ore di lavoro prestate andavano dalle 18 ore alle 24 ore settimanali, non si trattava di stipendio, ma veniva erogato un sussidio da fondi provenienti dall’INPS e dalla Regione.

Solamente dal 2004 ad essi sono stati versati i contributi da lavoro dipendente, e se in questo momento è cogente la richiesta di sanare finalmente una situazione sopratutto figlia della politica (sic!) altri problemi si intravedono nel futuro prossimo; quando queste persone avranno maturato il diritto di andare in pensione si ritroveranno con un assegno penalizzato dal citato mancato versamento di contributi, che per alcuni di essi si traduce in un danno di ben otto anni.

Pubblico e Privato

Con Legge Regionale 26/11/2000 n° 24 recependo le disposizioni Statali in materia di LSU l’Azienda ASP ha stipulato con questi lavoratori un contratto di diritto privatistico a tempo determinato, che contiene alcune limitazioni sopratutto di carattere economico, essi non hanno accesso ad alcuni benefici contrattuali come i loro colleghi di ruolo con cui lavorano fianco a fianco, si pensi, ad esempio agli istituti della produttività e dell’incentivazione per i quali essi stessi, ironia della sorte, contribuiscono al miglioramento della performance lavorativa.

Il risentimento di questi lavoratori nei confronti dell’Azienda è palpabile e nonostante ciò essi continuano a prestare la propria attività lavorativa, speranzosi che tale incresciosa situazione possa trovare una soluzione soddisfacente.

Vi aggiorneremo sull’esito della trattativa.

 

 

 






Himerah24.it:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *