Cronaca Mondo

Tragedia a Pasqua: oltre 200 morti nello Sri Lanka, esplosioni nei luoghi di culto

Tragedia a Pasqua: sei esplosioni alle ore 8.45 di questa mattina in tre chiese nel corso della Santa messa, e in alcuni hotel di lusso, ma anche in un piccolo albergo a Colombo, Negombo e Baticaloa. Più di 200 i morti ed oltre 400 i feriti. Nel Paese coprifuoco fino alle ore 6 di domani (lunedì 22 aprile).

Intanto, sarebbero stati identificati sette soggetti, possibili responsabili degli attentati.

Tra le vittime 35 gli stranieri di otto nazionalità: Usa, Danimarca, Cina, Giappone, Pakistan, Marocco, India e Bangladesh.

Papa Francesco: “Dolore, violenza crudele”

 

“Ho appreso con tristezza e dolore la notizia dei gravi attentati che, proprio oggi, giorno di Pasqua, hanno portato lutto e dolore in alcune chiese e altri luoghi di ritrovo dello Sri Lanka. Desidero manifestare la mia affettuosa vicinanza alla comunità cristiana, colpita mentre era raccolta in preghiera, e a tutte le vittime di così crudele violenza. Affido al Signore quanti sono tragicamente scomparsi e prego per i feriti e tutti coloro che soffrono a causa di questo drammatico evento”. Così il Papa nel messaggio di Pasqua di questa mattina.

Le parole del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte

Nella domenica di Pasqua la notizia degli attentati in #SriLanka contro Chiese, fedeli e turisti mi coglie addolorato e sinceramente preoccupato da questa nuova deriva d’odio. Dal Governo italiano un pensiero alle famiglie di queste vittime innocenti e ai feriti





311 Visite totali, 11 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *