Comuni Palermo e Provincia Cronaca Palermo

Controlli Polfer: due arresti e tre denunce

Nel corso degli ultimi giorni la Polizia di Stato, nell’ambito di servizi di controllo del territorio in ambito ferroviario, finalizzati alla prevenzione ed alla repressione dei reati tipici di quel particolare contesto, ha tratto in arresto due persone e ne ha denunciate altre tre per diversi illeciti. Ad essere arrestati sono stati un uomo C.P. di 31 anni, ed una donna B.M. di 29 anni, entrambi pregiudicati, sottoposti ad un controllo da parte degli agenti della Polizia Ferroviaria, su richiesta del capotreno, a bordo di un convoglio proveniente alla stazione centrale da Punta Raisi, su cui i due viaggiavano sprovvisti del prescritto titolo di viaggio. Alla vista della Polizia di Stato, oltre al reiterato rifiuto di fornire le proprie generalità, si sono aggiunti da parte dei due fermati, spintoni, frasi offensive e minaccie nei confronti degli agenti.  Una volta ricondotti alla calam, l’uomo e la donna sono stati quindi arrestati per i reati di resistenza, minaccia e lesioni a pubblico ufficiale e denunciati anche per i reati di rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale ed oltraggio a pubblico ufficiale. L’arresto è stato poi convalidato dall’Autorità Giudiziaria.

Durante un altro intervento di controllo, sempre all’interno della stazione Centrale di Palermo, gli agenti della Polfer hanno deferito all’Autorità Giudiziaria due giovani palermitani, rispettivamente di 26 e 25 anni, trovati in possesso di un coltello e di un tirapugni, oltre che di una modica quantità di sostanza stupefacente. I due dovranno comparire dinanzi al Giudice perché in possesso di oggetti atti all’offesa della persona e sono stati segnalati inoltre alla Prefettura per il possesso di narcotici.

Un altro giovane palermitano di 19 anni è stato denunciato, infine, perché individuato, anche grazie all’ausilio dei sistemi di videosorveglianza interni alla Stazione, quale autore di un furto di cellulare e di 20 euro ai danni di un minorenne e perché inottemperante al Daspo Urbano emesso a suo carico dal Questore di Palermo, che gli imponeva il divieto di accesso nell’area della stazione ferroviaria.  

 

 

 





Himerah24.it:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *