Cronaca Termini Imerese

Vandali a villa Palmeri: sfondata porta campanile San Giovanni e distrutta altalena

Ennesimo atto vandalico alla Villa Palmeri di Termini Imerese. Nei giorni scorsi, ignoti hanno sfondato la porta per accedere al campanile della ex chiesa di San Giovanni e hanno distrutto anche uno dei giochi per bambini, un’altalena. Sul fatto, segnalato da alcuni cittadini in visita alla villa, indagano i carabinieri. Non è il primo caso che si verifica nel polmone verde della città. In passato giovani sprovveduti hanno più volte vandalizzato il campanile, ucciso barbaramente le oche del laghetto, distrutto panchine e tantissimi giochi per i più piccoli. Nella notte tra il 9 e il 10 maggio scorso ignoti malviventi hanno anche tagliato le ruote a sei autovetture parcheggiate nel corso Umberto e Margherita di Termini Imerese (clicca qui per vedere cosa è successo). Vanno avanti le indagini per scoprire i responsabili. 

La chiesa di San Giovanni

La chiesa era dedicata a San Giovanni Evangelista patrono dell’Ordine di Malta. Che sia stata eretta su iniziativa dell’Ordine o di qualche gruppo di cavalieri lo si evince dalla croce ottagona riprodotta su una delle parti laterali esterne della cuspide del campanile. Anche il posizionamento era importante perché dominava il golfo di Termini Imerese da capo Zafferano a capo Cefalù. In questo modo si avvistavano le navi, specie quelle dei pirati barbareschi.

Le foto





Himerah24.it:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *