Cronaca Palermo

Palermo, arrestato un uomo per atti persecutori contro la ex moglie

La Polizia di Stato sabato sera è intervenuta in soccorso di una donna minacciata dall’ex compagno. Si tratta di un 53enne della provincia, il quale, non rassegnatosi alla fine del loro rapporto sentimentale, aveva messo in atto comportamenti vessatori nei suoi confronti, tentando addirittura di speronare la sua auto in autostrada per impedirle di raggiungere un locale del capoluogo, dove aveva deciso di trascorrere la serata in compagnia di alcuni amici.

Secondo quanto riferito dalla vittima, il grave episodio si era verificato in prossimità dello svincolo di Tommaso Natale, in direzione Palermo. La donna, sopraffatta dalla paura aveva quindi imboccato lo svincolo di via Ugo La Malfa, cercando di raggiungere, per chiedere soccorso, il vicino Commissariato di P.S. San Lorenzo, sempre tallonata dall’ex marito. Transitando per via San Lorenzo, si era accorta della presenza di alcuni agenti in prossimità dell’ingresso dell’Ufficio Immigrazione, pertanto, arrestata la marcia vi si era rivolta in cerca di aiuto. Nel frattempo era sopraggiunto l’ex marito, che incurante della presenza dei poliziotti, in preda all’ira, aveva continuato a minacciarla e ad inveire contro di lei.

Nel frattempo, era sopraggiunto anche un equipaggio dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico ai cui componenti, una volta placati gli animi, la donna ha riferito i particolari di quanto accaduto poco prima, mentre percorreva l’autostrada e come tale episodio fosse solo l’ultimo di tanti altri comportamenti violenti e minacciosi compiuti dal suo ex marito dopo la recente fine del loro rapporto.

Secondo quanto riferito dalla donna, infatti, la sua decisione di porre fine ad un matrimonio caratterizzato da continui comportamenti violenti da parte del marito nei suoi confronti, aveva segnato l’inizio di un escalation di atti persecutori ai suoi danni che l’avevano turbata oltre misura, costringendola a cambiare le proprie abitudini di vita: continue telefonate, anche in ore notturne, ingiurie, pedinamenti e reiterate minacce di morte, fino al tentativo di speronare la sua auto per strada accaduto poco prima.

874 Visite totali, 16 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *