Cronaca Palermo Sicilia

Palermo, violano sigilli del locale per continuare la serata: tre persone denunciate

In un pub  dietro piazza S. Domenico, la serata musicale con disc jockey  e ristorazione, si è conclusa con il sequestro dell’attività.  Non appena gli agenti della polizia municipale sono andati via però, i titolari hanno rotto i sigilli e portato via le casse acustiche sequestrate e affidate loro in custodia.

Inoltre, via Monteleone, all’Olivella, sono stati sequestrati dieci chili di carni prive di tranciabilità e comminato sanzioni per la mancata adozione del sistema HACCP di sicurezza alimentare. In zona via Roma, invece, in piazzetta della Messinese ad un altro pub è stato notificato il provvedimento di chiusura per cinque giorni emesso dal Suap, lo sportello unico delle attività produttive, per le irregolarità accertate nei precedenti controlli. In totale sono state comminate sanzioni per un importo di oltre 15.000 euro.

Gli agenti del Caep, il nucleo di controllo delle attività produttive, in esecuzione del piano predisposto dal comandante Gabriele Marchese mirato alla sicurezza alimentare ed al riposo dei residenti, si sono recati in un pub di cortile Vassallo, dove hanno riscontrato in pieno svolgimento un intrattenimento musicale con disc jockey. 

Ben oltre la mezzanotte, la musica ad alto volume si percepiva all’esterno del locale ed in assenza della prevista relazione fonometrica, sono state sequestrate le apparecchiature musicali ed il titolare è stato denunciato all’autorità giudiziaria per disturbo della quiete pubblica.

La cucina laboratorio è stata sequestrata, perché priva della registrazione sanitaria all’azienda sanitaria provinciale. All’esterno del locale inoltre, in un’area arredata con tavoli, sedie e divani, veniva effettuata la somministrazione senza la necessaria certificazione sanitaria.

Sono state riscontrate altresì, la mancata adozione del sistema HACCP per la sicurezza e la  igienicità alimentare, oltre a gravi carenze igieniche, riscontrate in particolare nei piani di lavoro,  negli scaffali sudici e nelle pareti, scrostate in diversi punti e con vaste macchie di umidità e muffe.

Altre sanzioni sono state comminate al titolare e ad un barman perché sprovvisti dell’attestato di alimentarista, oltre che per la mancata disponibilità dell’ alcol test agli avventori e per la mancata esposizione dei prezzi di listino e degli orari di apertura e chiusura del locale.

Gli accertamenti si concludevano con l’apposizione dei sigilli al locale, ma poco dopo, andati via gli agenti, il titolare con altre due persone, rompeva i sigilli e prelevava le casse acustiche dal locale, caricandole su un’auto che si allontanava dal luogo precipitosamente.

La circostanza non sfuggiva però agli agenti che,  in via Crispi, intercettavano l’auto con le casse sequestrate a bordo ed informata del fatto l’autorità giudiziaria, le tre persone venivano denunciate per violazione dei sigilli, sottrazione e danneggiamento di cose sottoposte a sequestro, violazione colposa di doveri inerenti alla custodia, danneggiamento e associazione per delinquere.

Invece in via Monteleone, all’Olivella,  sono state sequestrate dieci chili di carni prive di tranciabilità del prodotto alimentare, oltre alle sanzioni per la mancata applicazione delle procedure del piano di autocontrollo HACCP , mirato a garantire la salubrità degli alimenti e perché il locale risultava sprovvisto dell’alcool test e non aveva l’autorizzazione all’installazione di una  tenda solare.

Nel corso dei controlli, al conducente di un’auto sorpresa a circolare all’interno dell’area pedonale sono state comminate sanzioni per un importo totale di 1.214 euro per la mancanza di copertura assicurativa e per omessa revisione: l’ultima era stata eseguita otto anni fa.       

Infine ad un pub di piazzetta della  Messinese, traversa di via Roma, per le irregolarità amministrative riscontrate nei precedenti controlli è stato notificato il provvedimento di chiusura emesso dal Suap: cinque giorni di chiusura dell’attività.-






Himerah24.it:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *