Cronaca Palermo

Anziano rapinato all’interno dell’androne del suo stabile, arrestati

La Polizia di Stato ha tratto in arresto gli autori di una vile aggressione a scopo di rapina, perpetrata lo scorso 1 marzo, in pregiudizio di un anziano pensionato palermitano ultraottantenne.

Si tratta dei pregiudicati Marcello La Barbera, 41enne di Corso dei Mille e Giuseppe Gagliano, 39enne di Brancaccio.

Con ruoli diversi, ma entrambi “operativi”, i due pregiudicati si sono adoperati per consumare la rapina ai danni di un 83enne correntista postale, vistosi aggredito sulla soglia del proprio appartamento, in zona Calatafimi e derubato di una significativa somma di denaro prelevata poco prima.

Come avrebbero chiarito le registrazioni delle telecamere interne, l’anziana vittima, probabilmente seguita anche in precedenza, è stata adocchiata in un Ufficio Postale di viale Regione Siciliana da Gagliano il quale all’interno del locale si è soffermato a scrutare con attenzione le mosse del correntista, carpendone il prelievo di 1200,00 euro, poi riposti nella tasca sinistra della giacca. Quando la vittima è uscita dal locale, Gagliano l’ha seguita come un’ombra (anche questo particolare è stato documentato dal materiale video in possesso degli investigatori) e ha trasmesso le preziose informazioni al complice, La Barbera, in attesa su un marciapiede limitrofo. E’ stato poi quest’ultimo a proseguire il pedinamento della vittima fino alla consumazione definita del crimine in suo pregiudizio: l’aggressione e la materiale sottrazione del denaro, sorprendendo la vittima appena entrata nell’androne del suo stabile.

Le indagini sono state condotte dalla sezione “Investigativa” del Commissariato di P.S. “Zisa-Borgo Nuovo”, con l’ausilio dei colleghi della Squadra Mobile.

Ai fini dell’individuazione dei due rapinatori, determinante è stata la visione dei filmati che hanno immortalato i momenti di collaborazione e d’intesa tra La Barbera e Gagliano, che unite alla profonda conoscenza, da parte dei poliziotti, degli ambienti e delle dinamiche criminali hanno consentito di chiudere il cerchio nei confronti dei due malviventi, perlatro già noti per essere stati in passato denunciati ed arrestati per reati analoghi.

Ulteriore riscontro in ordine all’identificazione dei due malviventi è stato reso dagli esiti dei rilievi antropometrici condotti dai tecnici del Gabinetto di Polizia Scientifica di Palermo sui fotogrammi estrapolati dai sistemi di videosorveglianza della zona della rapina che ne hanno immortalato gli autori.   

Importante anche avere riscontrato, nel corso di servizi di osservazione, come i due malviventi, nei giorni seguenti, indossassero alcuni capi di abbigliamento utilizzati il giorno della rapina e ripresi, anch’essi, dalle telecamere.

Indagini sono in corso per stabilire se i due malviventi si siano resi responsabili di altri, analoghi episodi criminali.

Il video 

 

.. 






2,358 Visite totali, 5 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *