Uncategorized

Cane bruciato a Trabia, dura condanna di Fratelli d’Italia al gesto

Meloni, Varchi e Bondì commentano l’episodio

Desta scalpore la vicenda del cane bruciato vivo, avvenuta nella notte tra martedì e mercoledì scorso a Trabia (leggi qui la notizia:  Orrore a Trabia: pitbull bruciato vivo).

Dopo le parole di condanna espresse dal sindaco Leonardo Ortolano, un duro commento alla notizia è arrivato dal presidente nazione di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni: “Criminali! In provincia di Palermo la scorsa notte, un povero cagnolino è stato legato a un’auto, bruciato vivo e lasciato morire senza alcuna pietà. Quanta crudeltà e quanta disumanità! Ma quanto fanno schifo?”.

A stretto giro, non si sono fatte attendere le dichiarazioni di Carolina Varchi, deputato nazionale di Fratelli d’Italia, originaria proprio di Trabia: “Sono inorridita per quanto successo la notte scorsa a Trabia. Maltrattare animali indifesi è un atto spregevole, che va condannato senza se e senza ma. Alla Camera, Fratelli d’Italia è al lavoro per inasprire le pene da infliggere a chi commette questi gesti e per introdurre al più presto l’educazione al rispetto degli animali nelle scuole. Siamo convinti che occorra sensibilizzare tutti, a partire dai bambini, affinché episodi del genere non si verifichino più”.

Un sentimento condiviso appieno anche dalla rappresentanza locale del partito. Lo confermano le parole di Mauro Bondì, trabiese, dirigente provinciale di Fdi: “Una barbarie disumana che non può e non deve passare inosservata. Per fortuna, ad atti isolati come questo, fa da contraltare l’indignazione di tutta la comunità trabiese e dei tanti concittadini che amano gli animali. Siamo pronti a dare una mano all’amministrazione comunale, qualora volesse intraprendere iniziative contro il randagismo e per sensibilizzare l’opinione pubblica al rispetto di ogni essere vivente”.




593 Visite totali, 3 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *