Cronaca Palermo

Aveva in casa un deposito di fuochi d’artificio: arrestato dai carabinieri

In occasione delle festività natalizie appena trascorse e di quella prossima del capodanno, il comando provinciale carabinieri di Palermo ha intensificato i controlli sul territorio. Durante un servizio di pattuglia, i Carabinieri della stazione di Borgo Nuovo, dopo aver fermato nei pressi di Piazza Armerina, V.r., 42 enne, a bordo della propria autovettura, una fiat multipla, hanno rinvenuto 15 artifizi pirotecnici sferici, chiamati “peonie”, di diverse grandezze, la cui massa attiva era superiore a 2 kg.

La perquisizione è stata, poi, estesa presso l’abitazione del soggetto, dove i Carabinieri hanno riscontrato la presenza di un vero e proprio “deposito di fuochi d’artificio”: più di 73.000 articoli pirotecnici, tra batterie, fontane e piccoli petardi, appartenenti a diverse categorie, alcuni dei quali scaduti e non adeguatamente conservati, per un totale di massa attiva pari all’incirca a 120 kg.
Oltre a quanto menzionato i Carabinieri hanno trovato altri 49 petardi cilindrici privi di qualsiasi segno identificativo e 400 cartucce a salve, nonché  3 mortai artigianali, due centraline complete di telecomando e 36 inneschi elettrici da utilizzare per l’accensione a distanza.

Il 42enne è stato arrestato per detenzione illegale di esplosivi e sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

 

 

 

859 Visite totali, 11 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *