Cronaca Economia Lavoro Termini Imerese

Rinnovata la cassa integrazione agli operai della Blutec

L’annuncio arriva oggi dai rappresentanti regionali e nazionali della Fiom, Roberto Mastrosimone e  MicheleDe Palma. “E’ stato raggiunto presso il ministero del Lavoro l’accordo per il rinnovo per tutto il 2019 della cassa integrazione straordinaria per i lavoratori Blutec di Termini Imerese.

E’ chiaro che l’obiettivo in questo anno deve essere quello di far ripartire la produzione e di far tornare tutti i lavoratori all’interno dello stabilimento. Inoltre, ci aspettiamo una risposta occupazionale anche per i 300 lavoratori dell’indotto.

Roberto Mastrosimone

 

Mentre per i 44 lavoratori della Ssa e per i 18 della Manital, a cui è scaduta la Naspi il 31 dicembre 2018, chiediamo che si provveda al rinnovo degli ammortizzatori sociali, così come si era impegnato il Ministro Di Maio.

E’ fondamentale che il Governo svolga un ruolo attivo per la risoluzione della vertenza Blutec di Termini Imerese. Auspichiamo che sia convocato al più presto un tavolo presso il Ministero dello Sviluppo Economico per la reindustrializzazione e per la rioccupazione di tutti i lavoratori”.

Lo dichiarano in una nota congiunta Michele De Palma, segretario nazionale della Fiom-Cgil e Roberto Mastrosimone, segretario generale Fiom Sicilia.

Anche il sindaco di Termini Imerese, Francesco Giunta, ha commentato la notizia: “Siamo contenti che gli operai possano ancora usufruire del paracadute sociale, ma non ci fermiamo. Serve un piano industriale solido e duraturo nel tempo, sostenuto da altri progetti da realizzare nell’area industriale. Siamo al lavoro anche per tutelare tutti i lavoratori dell’ex indotto Fiat, dei servizi e gli interinali che vivono nella disperazione e nello scoramento”. Proprio oggi un termitano è stato arrestato per un tentato furto nel padiglione “piccola lastratura” dello stabilimento Blutec. Clicca QUI per vedere cosa è successo





337 Visite totali, 29 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *