Uncategorized

Inaugurato al tribunale di Termini Imerese lo sportello Uffici Esecuzione Penale Esterna (Uepe)

Questa mattina ha avuto luogo l’inaugurazione dello sportello decentrato Uepe presso il Palazzo di Giustizia. Il nostro tribunale è l’unico in Sicilia nonché il secondo in Italia, dopo Roma, a mettere a disposizione dei locali all’interno dello stesso. Gli Uffici locali per l’Esecuzione Penale Esterna (UEPE) sono uffici periferici del Dipartimento di Giustizia Minorile e di Comunità, i quali si occupano del “trattamento socio-educativo” delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà, svolgendo il compito di favorire il reinserimento sociale delle persone che hanno subito una condanna definitiva.

Inoltre, svolgono determinate funzioni assegnate loro dall’Ordinamento quali: svolgere le indagini socio-familiari per l’applicazione delle misure alternative alla detenzione ai condannati; proporre all’autorità giudiziaria il programma di trattamento da applicare ai condannati che chiedono di essere ammessi all’affidamento in prova e alla detenzione domiciliare; controllare l’esecuzione dei programmi da parte degli ammessi alle misure alternative e riferirne all’autorità giudiziaria, proponendo eventuali interventi di modificazione o di revoca; svolgere ogni altra attività prescritta dalla legge e dal regolamento.

Lo Sportello, in precedenza, svolgeva le sue funzioni all’interno del Carcere ma adesso, grazie all’iniziativa promossa dal Movimento Forense e dal Consiglio dell’Ordine, questo avrà a disposizione dei locali destinati alla sala avvocati. Evidentemente si è sentita la necessità di fornire nuovi locali più idonei alla fruizione del servizio, il quale non poteva rimanere relegato nei locali del carcere, in palese contraddizione allo spirito e alla funzione dell’ufficio.

L’avvocato Elisa Demma, vice Presidente del Movimento Forense di Termini Imerese, al termine dell’evento, dichiara: “Grazie ad un lavoro sinergico con il nostro Consiglio dell’Ordine e con il supporto del Presidente del Tribunale e del Procuratore, oggi si è avviato un percorso che consentirà una più agevole fruizione del servizio sia da parte degli utenti sia da parte degli operatori. Siamo lieti di aver contribuito al raggiungimento di questo primo passo”.





164 Visite totali, 5 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *