Cronaca Politica Termini Imerese

M5S Termini Imerese: foto con il sindaco di Bagheria, sui social è polemica

In queste ore stanno diventando virali alcune foto che ritraggono sorridenti i portavoce del M5S di Termini Imerese, Luigi Sunseri, Loredana Russo, Maria Terranova e Antonella Campagna,  con il sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque (esponente M5S?), protagonista, suo malgrado, di alcune vicende giudiziarie che proprio nei giorni scorsi è stato rinviato a giudizio dal giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Termini Imerese. In particolare, ricordiamo che nel 2017 lo stesso fu iscritto nel registro degli indagati presso la Procura di Termini Imerese che chiese anche l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di firma giornaliero.

 É notizia di qualche giorno fa che Cinque, unitamente al suo vice e ad un ex assessore è stato rinviato a giudizio. Ciò che ha fatto scatenare le polemiche non è tanto la fotografia con il sindaco di Bagheria che fino a prova contraria, così come prevede la Costituzione italiana è innocente fino al passaggio in giudicato di una sentenza di condanna, ma quanto perchè tutto ciò avviene a poche settimane da un attacco mediatico, da parte del consigliere comunale Maria Terranova e del deputato all’Ars Luigi Sunseri (entrambi di Termini Imerese), rivolto all’allora sindaco termitano Francesco Giunta che aveva ricevuto un avviso di conclusione delle indagini preliminari – avviso di garanzia (ipoteticamente potrebbe anche non essere nemmeno rinviato a giudizio), al quale si richiedevano le immediate e irrevocabili dimissioni dalla carica di primo cittadino senza che quest’ultimo, avesse avuto la possibilità di acquisire gli atti che lo riguardavano.

Il resto è storia. Sappiamo tutti che Francesco Giunta si è dimesso, soltanto dopo cinque giorni dalla notifica dell’avviso di garanzia, a prescindere dalle richieste “forcaiole” di quegli stessi politici che vengono ritratti, sorridenti, al fianco del sindaco di Bagheria rinviato a giudizio e per il quale si ribadisce fino a prova contraria la sua innocenza. Dunque, come dire: a distanza di pochi giorni gli esponenti del Movimento 5 Stelle di Termini Imerese avranno cambiato idea. 

 





434 Visite totali, 27 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *