Cronaca Madonie Petralia Soprana Petralia Sottana

Tutti piangono Salvatore: si attende ancora il medico legale, poi l’autopsia

All’indomani della festa dei lavoratori, una tragedia sul lavoro (clicca qui per vedere cosa è successo).

Sembra assurdo, ma quell’ultimo lavoro è costato la vita a Salvatore Cammarata, 62 anni, di Petralia Soprana. Il suo corpo è ancora sul luogo della tragedia, si attende il medico legale. Probabilmente sarà disposta l’autopsia. Sul posto il sindaco di Petralia Soprana, il parroco, la moglie,  familiari, amici e concittadini, tutti afflitti per il tragico evento.


Salvatore Cammarata, uomo dal cuore d’oro. Per lui  il lavoro era sacro, prezioso, fatto con sacrificio, impegno e dedizione, ma qualcosa per cui quotidianamente viviamo, spesso, può improvvisamente divenire fatale.
Alzarsi presto la mattina, vestirsi, sbrigarsi, fare una colazione veloce e frugale per poi non sapere che poteva essere l’ultima.
L’ultima volta in cui si sarebbe stati a casa fra le proprie cose, l’ultima volta in cui si sarebbe potuto vedere il sorriso luminoso della propria moglie, l’ultima volta in cui il caldo sole del mattino primaverile avrebbe illuminato i tratti del viso marcandone i contorni. E i programmi della settimana, i progetti della vita stroncati così,all’improvviso, di colpo.
No. Non dovrebbe accadere, non dovrebbe mai succedere a nessuno di perdere la vita mentre si stava svolgendo il proprio impiego, ciò che si faceva d sempre  con dignità, per cui si era conosciuti, considerati positivamente per la propria dedizione, perseveranza, operosità. Mai.
Che Dio ci assista perché siamo davvero sul palmo della sua mano, che dia sollievo alla sofferenza di queste famiglie che ora sono nel dolore, che dia pace a chi su questa vita è stato sempre onesto e rispettoso verso il prossimo e verso se stesso.

1,170 Visite totali, 12 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *