Appuntamenti Cultura Palermo Sicilia

Primo Maggio: grande festa a piazza Magione

Dopo il color party del 30 aprile, che ha visto partecipare numerosi ragazzi di tutte l’età,  piazza Magione, in occasione della festa dei lavoratori, ha ospitato un mega evento,  all’insegna della musica, del divertimento e dell’allegria, dal titolo “Primo mag(g)ione”. Per molti studenti la giornata di ieri è stata un momento da trascorrere lontano dallo studio, all’aperto con i colleghi di sempre, davanti ad una birra alla spina e con tante risate. C’era chi ballava, chi suonava la chitarra, chi giocava, chi ne ha approfittato della bella giornata di sole per abbronzarsi, tutti con uno scopo in comune: divertirsi allegramente. Ogni anno i ragazzi dell’associazione Udu Palermo, grazie alle tante persone che credono nel loro progetto, nella valorizzazione del territorio e dei ragazzi, creano un evento totalmente gratuito, offrendo a tutti coloro che partecipano all’iniziativa una giornata all’insegna della spensieratezza e del sano divertimento.

Le parole degli organizzatori dell’evento 

Dopo la chiusura dell’evento, sulla pagina Facebook gli organizzatori hanno scritto:  “È stata un’esperienza unica. Abbiamo sorriso, ci siamo divertiti e abbiamo condiviso due giorni stupendi in uno spazio della città che ha davvero molte storie da raccontare. Abbiamo assistito alle esibizioni di grandi artisti, abbiamo mangiato e brindato insieme ad un mondo migliore. Tutto questo è stato possibile grazie ai tanti partner che hanno creduto negli ultimi quattro anni in questo progetto, ma soprattutto è stato possibile grazie a voi, che avete partecipato attivamente ed in massa al Primo MagGione. Palermo ha dimostrato ancora una volta che il sud non china la testa di fronte al declino, ma si rende protagonista di momenti collettivi felici che servono a costruire un futuro migliore per tutte e tutti noi.Un futuro migliore è possibile! Ci crediamo talmente tanto che stiamo già lavorando per la prossima edizione”.

 

 

707 Visite totali, 8 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *