Cronaca Sicilia

Evade i domiciliari per tornare in carcere:”Meglio il carcere, che stare con mia moglie”

Preferisce il carcere ai domiciliari nella casa coniugale. La notizia arriva direttamente da Giarre (Catania), dove un cinquantenne ha evaso gli arresti domiciliari per recarsi in carcere.

I domiciliari e poi il litigio

Tutto ebbe inizio il 26 aprile 2018 con un furto commesso dal cinquantenne in un supermercato di Patti (Messina). A seguito del furto, l’uomo era stato condannato ai domiciliari presso la sua residenza di Catania. Oltre ai domicilia, all’uomo è stato disposto l’obbligo di indossare il braccialetto elettronico.

A seguito di un acceso litigio con la moglie, il cinquantenne si è strappato di dosso il dispositivo elettronico, per poi uscire di casa e recarsi presso la casa circondariale di Giarre. 
Presentatosi davanti al carcere ha citofonato confessando di aver evaso i domiciliari. L’uomo ha subito messo in chiaro la situazione, confessando agli agenti che preferiva tornare dietro le sbarre, piuttosto che vivere con la moglie.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Giarre, che nel frattempo si erano attivati per ricercare l’uomo dopo l’allarme del braccialetto elettronico. 

Il cinquantenne è stato giudicato per direttissima, ma per sua sfortuna è stato posto nuovamente agli arresti domiciliari con l’obbligo di indossare il braccialetto elettronico. Ancora una volta, l’uomo, dovrà scontare la pena nella sua abitazione coniugale a Catania. 






2,411 Visite totali, 9 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *