Culto e Chiese Termini Imerese

Messa della domenica:ascensione di Gesù al cielo

ASCENSIONE DI GESÙ AL CIELO

Poi tornarono a Gerusalemme con grande gioia e stavano sempre nel tempio lodando Dio.

I discepoli dopo la salita di Gesù al cielo stanno nel tempio lodando Dio. Ci sarà tempo per andare ad evangelizzare (e lo faranno) ma se non partono dal rendere lode a Lui, finiranno per soccombere.

La preghiera di lode ti da possibilità di scoprire e riscoprire quanto è importante Dio e quanto bene ha fatto nella tua vita.

Se non sai come si fa a lodare Dio non preoccuparti, inizia a concludere le tue giornate pensando a tre cose belle di quel giorno e Lo ringrazi. Hai già iniziato la tua preghiera di lode.

Il significato 

 

Come la Santa Pasqua, anche questa è una festa mobile, in quanto, appunto, discende dalla prima ed è celebrata a 40 giorni da essa.
Definisce il momento in cui Gesù, dopo le apparizioni seguenti la Resurrezione, sale, ascende, in Corpo e Spirito al cielo, per riunirsi in comunione al Padre.

 

Questo è, pertanto, l’ultimo episodio della vita terrena di Gesù Cristo. Inoltre, questa celebrazione sottolinea il fatto che Gesù, Asceso col suo Copro, mostra di essere umano e divino nel contempo.

Negli Atti degli apostoli si legge: “Egli si mostrò ad essi (gli Apostoli) vivo, dopo la sua Passione, con molte prove, apparendo loro per quaranta giorni e parlando del regno di Dio (…). Detto questo, fu elevato in alto sotto i loro occhi e una nube lo sottrasse al loro sguardo. E poiché essi stavano fissando il cielo mentre egli se n’andava, ecco due uomini in bianche vesti si presentarono a loro e dissero: “Uomini di Galilea, perché state a guardare il cielo? Questo Gesù, che è stato di tra voi assunto fino al cielo, tornerà un giorno allo stesso modo in cui l’avete visto andare in cielo”.”.

 

Questo passo ci svela che l’Ascensione di Cristo avvenne sotto gli occhi degli Apostoli e che accadde in Galilea, probabilmente al Monte degli ulivi; inoltre conferma la promessa di tornare alla fine dei tempi.
Intanto, però, come aveva detto anche agli Apostoli, mentre si congedava da loro “Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo” (Matteo 28,16-20).

Oggi, il luogo dove avvennero i fatti è definito il Monte dell’Ascensione ed è sacro; vi sorge un Santuario, che conserva la roccia su cui è possibile scorgere l’orma del piede destro, che Gesù poggiò nel momento in cui ascendeva al cielo.






2,623 Visite totali, 22 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *