Cronaca Termini Imerese

Termini Imerese: si presenta per obbligo firma dai carabinieri ubriaco e crea caos, arrestato è stato poi scarcerato

Il fatto è accaduto qualche giorno fa a Termini Imerese. Un giovane termitano, S.B., 21 anni, si è presentato come di consueto in caserma per ottemperare all’obbligo di firma (il ragazzo è coinvolto nel processo Gostbuster, la banda dedita a furti e rapine ai danni di anziani), ma questa volta la situazione è degenerata. Il giovane, ubriaco, ha perso il controllo, ha aggredito i carabinieri nella stazione di Termini Imerese e ha rotto dei mobili della sala d’attesa. Così è stato bloccato e arrestato per minaccia, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. L’uomo è stato tradotto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo che si è svolto ieri mattina.

Il giudice monocratico del tribunale di Termini Imerese, Gregorio Balsamo, ha convalidato l’arresto, ma ha rimesso in libertà il giovane termitano accogliendo la tesi dell’avvocato difensore, Fabio Sciascia, il quale ha sosteneto che pur essendo fatti gravi non necessitavano le esigenze cautelari. 

L’avvocato difensore del termitano, Fabio Sciascia, ha così commentato l’esito

L’avvocato Fabio Sciascia

della direttissima: «Pur comprendendo la gravità dei fatti sono soddisfatto della scarcerazione perché le esigenze cautelari, come ho sostenuto in udienza, non sussistevano. Per il giudizio sugli eventuali reati discuteremo poi successivamente».

Il processo riprenderà a settembre. 

 





Himerah24.it:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *