Bagheria Comuni Palermo e Provincia Cronaca

Aggressione nigeriano a Bagheria: confermata in appello la condanna al bagherese D’Amore

La corte d’appello di Palermo, seconda sezione penale, ha confermato la sentenza di condanna di primo grado nei confronti di Giuseppe D’Amore, il bagherese che la scorsa estate ha aggredito e colpito con un cric il nigeriano Fredrick Omonzokpia. Confermata anche la circostanza aggravante dell’articolo 604 ter del codice penale che prevede un aumento di pena per i reati commessi per discriminazione di carattere razziale. Nel novembre dello scorso anno il giudice del tribunale di Termini Imerese, Stefania Gallì, ha condannato Giuseppe D’Amore a un anno e otto mesi di reclusione nonchè al pagamento delle spese processuali ed al risarcimento dei danni subiti dalla parte civile, quantificati in una provvisionale di 5.000 euro.

La corte di appello di Palermo, seconda sezione penale, alla pubblica udienza dello scorso 11 luglio ha confermato, dunque,  la sentenza del Gip del tribunale di Termini Imerese.

Avvocato Bonaventura Zizzo

“Un fatto grave, quello subito da Frederick Omonzokpia, e non una banale lite tra coetanei, che oggi, mediante la conferma della sussistenza della circostanza aggravante della discriminazione razziale, è stato riconosciuto tale anche dalla Corte di Appello di Palermo”, questo

il commento dell’avvocato difensore di Omonzokpia, Bonaventura Zizzo del foro di Termini Imerese.

 

L’aggressione a Bagheria 

L’aggressione è avvenuta lo scorso 31 agosto, quando il bagherese Giuseppe D’Amore ha incontrato il nigeriano nei pressi della gelateria “Anni 20”, lo ha offeso con pesanti frasi razziste ed poi è scaturita la violenza.
 D’Amore, armato di un cric ha rincorso il nigeriano fino a colpirlo al volto, provocandogli ferite.

Leggi pure Grande successo per il corso anti-aggressione svolto a Termini Imerese

Termini Imerese: aggressione al pronto soccorso






2,584 Visite totali, 40 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *