Culto e Chiese Termini Imerese

Unificate le parrocchie di Maria SS della Consolazione e del Carmelo: il benvenuto dell’arciprete a don Campino


“Sono certo che don Enrico Campino che ho avuto come alunno saprà spendersi con tutte le sue forze per il bene spirituale dei fedeli affidati dal nostro vescovo alle sue cure pastorali. Lo spirito santo è già all’opera nei luoghi nei quali è stato inviato”. Con queste parole l’arciprete di Termini Imerese, padre Antonio Todaro ha dato il benvenuto al termitano don Enrico Campino che dal prossimo 6 settembre reggerà le parrocchie di Maria Santissima della Consolazione e del Carmelo.

Padre Antonio Todaro

Padre Todaro ha aggiunto: “Lo spirito santo che lo ha preceduto con l’opera dei presbiteri che hanno lavorato prima di lui nella parrocchia della Consolazione e del Carmelo. Fin d’ora vogliamo assicurargli il nostro sostegno con tutto il nostro affetto e con il ricordo costante nella preghiera perché possa rispondere generosamente alla missione che lo attende. Bisogna affrontare serenamente la decisione fiduciosi nell’opera del Signore che ci guida, noi siamo umili operai e ogni avvicendamento deve essere accolto con spirito positivo”.

Leggi pure Termini Imerese:assemblea parrocchiale per padre Giorgio, padre Michele e padre Enrico

Don Giorgio Scimeca è stato trasferito nella chiesa Maria Santissima Immacolata di Cerda, mentre don Michele Albanese è stato nominato vicario parrocchiale delle parrocchie Santo Stanislao Kostka e Sant’Ippolito di Palermo. L’affidamento dell’incarico di parroco a un solo sacerdote per ambedue le chiese è certamente una sfida per il giovane padre Campino, ma non è una novità assoluta. Infatti, alcuni anni fa, lo stesso doppio incarico fu assegnato a don Rosario Francolino, che resse le due parrocchie per alcuni anni.

La parrocchia Santuario Maria SS. della Consolazione a Termini Imerese è conosciuta come “la parrocchia” per antonomasia. Infatti, è la seconda chiesa, dopo il Duomo, ad avere attribuito il titolo parrocchiale. Di contro, la parrocchia intitolata alla Madonna del Carmelo è di più recente costituzione, soltanto alcuni decenni fa. Tuttavia, nel corso degli anni, con lo spopolamento del centro storico e la nascita di nuovi quartieri, soprattutto nella parte alta della città, queste due chiese hanno dovuto registrare una progressiva riduzione dei fedeli. Anche la carenza di parcheggi in zona ha reso complicato raggiungere i due luoghi di culto. I due parroci in uscita: don Giorgio Scimeca e don Michele Albanese, che hanno servito, rispettivamente, nella parrocchia della Consolazione e in quella del Carmelo, hanno espletato il loro ministero con impegno e lasciano un ricordo positivo fra la gente. In particolare, padre Giorgio ha anche svolto l’incarico di insegnante di religione nel plesso “Rosina Salvo”, conquistando l’affetto dei bambini e la stima dei genitori.

Articolo di Laura Cianciolo pubblicato su “Giornale di Sicilia” il 17 luglio 2019

 






1,695 Visite totali, 9 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *