Sicilia

Tre madoniti a praticare l’attività sportiva del Nordik Walking: Mazzola e Martorana di Castelbuono e La Placa di Petralia Soprana

Forse ancora poco conosciuta, ma gli istruttori Antonino Spinella e Massimo Barbaro della scuola italiana Nordik, Walking con la loro grande professionalità,sono riusciti attraverso i corsi da loro tenuti  e svolti presso il campo sportivo di Misilmeri,a stuzzicare l’interesse e la curiosità dei tre nuovi allievi i quali si sono infatti presto iscritti e dimostrati molto entusiasti, soprattutto soddisfatti di partecipare mettendosi in prima linea ed apprendendo così questa nuova attività risultata coinvolgente, dinamica , piacevole e rilassante  che fa bene soprattutto alla salute, migliora la postura e corregge le posizioni scorrette. Oltretutto,un nuovo modo di condividere esperienze in amicizia.

Il Nordik Walking è da considerare un tipo di attività fisica e sportiva completa alla portata di tutti indipendentemente dall’età o dalla forma fisica di partenza che si pratica utilizzando bastoni appositamente studiati, simili a quelli utilizzati nello sci di fondo.
È uno sport appartenente alla categoria dell’atletica leggera.Rispetto alla normale camminata, questa richiede l’applicazione di una forza ai bastoni a ogni passo. Ciò implica l’uso dell’intero corpo  e determina il coinvolgimento di gruppi muscolari del torace, dorsali, tricipiti, bicipiti, spalle, addominali e spinali, assente nella normale camminata.

I BENEFICI

Il coinvolgimento forzato della muscolatura genera effetti superiori a quanto ottenibile con una normale camminata con gli stessi ritmi, come ad esempio:

aumento generalizzato della forza e resistenza nei muscoli principali e nel tronco superiore;
aumento significativo della frequenza del battito cardiaco a parità di ritmo;
miglioramento delle vie vascolari ed efficienza dell’apporto di ossigeno;
maggior facilità nella risalita di pendii;
consumo di maggior quantità di calorie rispetto alla normale camminata;
miglioramento di equilibrio e stabilità;
alleggerimento significativo degli sforzi su anca, ginocchio e caviglie;
riduzione degli sforzi sulla struttura ossea.

Il 2 agosto ci sarà l’ultima lezione.
I tre madoniti consigliano a tutti di accostarsi a questa disciplina molto salutare e divertente dove si può stare a contatto con la natura e con l’ambiente in assoluta rilassatezza e piacevolezza. Quando si dice:
“Mens sana in corpore sano”,questo è il vero esempio.

Le Foto






1,691 Visite totali, 4 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *