Opinioni Politica Termini Imerese

Il punto sulla politica termitana di Angelo Neri

Riceviamo e pubblichiamo un articolo di opinione sulla situazione politica a Termini Imerese a cura di Angelo Neri.

Angelo Neri, responsabile pagina Politica Termitana

Facciamo il punto della situazione politica locale in vista delle amministrative 2020.

Movimento 5 Stelle: tutti sperano in una eventuale alleanza con la lista dei pentastellati: infatti, questa apertura alle liste civiche ha aperto di fatto una trattativa frenetica con Luigi Sunseri. La base è scomparsa e i nomi in campo sono Maria Terranova e Giuseppe Di Maio. Anche se a mio avviso uscirà un nome nuovo o sconosciuto per buona pace di tutti e per provare il colpaccio.

Fratelli d’Italia: dopo la litania del consigliere Giuseppe Di Blasi si sono scatenati gli “avvoltoi” che esprimono solidarietà al coordinatore al fine di non farlo mollare. La Fullone si è rivelata il vero flop di questa legislatura, a mio avviso supervalutata (anche da me), continua con i proclami e le fantainiziative.

Il partito, se il prossimo anno esisterà localmente, difficilmente potrà creare una lista degna di nota tranne se il partito non passasse di mano. Si vocifera un avvicendamento al vertice che potrebbe ricompattare il partito della Meloni con lo storico centro/ destra.

Partito Democratico: un partito allo sbando. Non si capisce più quante anime o correnti abbia. L’onorevole Piro auspicherebbe l’accordo con i 5 Stelle, millantando un bagaglio di voti e/o candidati importante. Sarà vero?Intanto restano sempre in campo Giuseppe Volante e Nino Egiziano veri e unici fuoriclasse del partito democratico.

Da un’attenta analisi solo loro avrebbero i numeri per coalizzarsi in un progetto vincente. Pippo Preti, si connota, invece nell’area più a sinistra e potrebbe tentare nuovamente l’avventura, anche se ad oggi sembra non aver raccolto grandi adesioni. Non è un mistero che da tempo il Preti stia cercando linfa nuova per un nuovo progetto politico. Ci riuscirà?

Gruppo Fasone, Taravella, Claudio Merlino: questo gruppo non ha mai smesso la campagna elettorale. Sin da subito hanno tentato a mezzo svariati ricorsi, ancora in essere, di fermare  il sindaco Giunta. Oggi, dopo i primi incontri interlocutori con il senatore Antonio Battaglia, hanno deciso di intraprendere una strada autonoma come sempre aprendosi al mondo dei professionisti e del volontariato. Fasone dopo la sconfitta al ballottaggio vorrebbe ritentare la corsa alle comunali. Ad oggi, perdono l’alleato Piro e Battaglia per via delle rivendicazioni continue.
Da non dimenticare la rottura Fasone/ Battaglia già prima del voto.

Il Fasone avrebbe mal digerito l’ingombrante figura politica del senatore Battaglia.
Riusciranno nell’impresa?

 

Forza Italia: dopo le europee esce un gruppo rafforzato e coeso. Oggi, pur avendo un commissario, potrebbe esprimere il nome del candidato sindaco vincente. Da non sottovalutare l’unione dei gruppi che hanno sostenuto Milazzo e Romano. Francesco Giunta e Totò Burrafato, dei quali non si esclude candidatura a sorpresa che spiazzerebbe le dinamiche politiche, troveranno la quadra giusta per creare una candidatura condivisa? Ad oggi l’unico partito sul campo che registra adesioni importanti. 

Diventerà Bellissima: il movimento viene coordinato in città dal consigliere Capitti. In realtà le fila vengono tirate da Fabio Lo Bono che sta tentando di organizzare un partito giovane che sta dando i primi passi. Diventerà Bellissima si connota in un area di centro destra e tende a dialogare con i partiti storici dello schieramento. 

Lega di Salvini: ad oggi regna il caos, non si capisce chi ha in mano lo sterzo, tutti vogliono guidare un partito che campa di rendita. Fino ad ora le varie anime della Lega locale hanno prodotto solo un teatrino da bar. Dopo l’affermazione nelle europee l’unica voce in pole position è quella di Nino Corso che resiste quotidianamente agli attacchi delle varie fazioni. La colpa dello stallo certamente è da attribuire a un partito che a livello locale ha prodotto solo caos.

Resta inteso che quotidianamente escono nomi di candidati che dalla sera alla mattina si inventano scenari, alleanze, candidature prive di fondamento.  Come in ogni campagna elettorale saranno protagonisti anche il senatore  Giuseppe Lumia e il senatore Battaglia che anche questa volta saranno della partita.

Ne vedremo delle belle…





662 Visite totali, 6 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *